I love Italy

Mostra: I love Italy
periodo esposizione: 21 luglio – 2 agosto 2018
vernissage: sabato 21 luglio ore 18
presentazione del critico: Prof. Francesca Callipari
orari galleria: lun/sab 10.30 – 12.30 | 16.00 – 19.00 chiuso domenica
ingresso: gratuito
organizzata da: Francesca Callipari
indirizzo: Scoletta San Zaccaria, campo San Zaccaria
Dopo il successo delle tappe di Milano e Roma sarà presentata a Venezia, in concomitanza con la Biennale d’architettura, “I Love Italy”,  la mostra itinerante, ideata e curata da Francesca Callipari, che da circa un anno si muove lungo tutto lo “stivale” promuovendo artisti emergenti e valorizzando il made in Italy. 
L’inaugurazione dell’evento si terrà sabato 21 luglio, nel cuore del centro storico e a pochi passi da piazza San Marco, all’interno di una splendida cornice storica quale quella del Centro d’arte San Vidal nel campo San Zaccaria. 
  
I love Italy: quante volte abbiamo sentito questa frase? I paesaggi, il buon cibo, il calore della gente, la bellezza dei monumenti e dell’arte, che da secoli caratterizzano questa nazione, sono solo alcune delle cose che rendono l’Italia una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo!   In un epoca in cui il Bel paese è provato da un contesto economico non favorevole, ferito e messo in ginocchio dalla frequenza di calamità naturali che agli occhi del mondo continuano a trasmettere l’immagine di una nazione corrotta, fragile, decaduta, questo evento vuole riaccendere i riflettori sulla cultura italiana e soprattutto sul made in Italy che ancora oggi in tutto il mondo è sinonimo di qualità ed originalità.    
  
  
I love Italy nasce dunque come reazione spontanea all’immobilismo e all’insoddisfazione che caratterizzano ormai il nostro Paese e che ci conducono sempre più a guardare oltre i confini, come se l’Italia e di conseguenza l’arte italiana non avessero più nulla da dire… Obiettivo di questo evento non sarà soltanto quello di dare a questi artisti una possibilità per farsi conoscere ma soprattutto quello di portare ad una più profonda riflessione sul potere dell’arte quale mezzo attraverso cui attuare una rinascita culturale, economica e sociale 
  
Come già avvenuto nelle precedenti tappe, spaziando dalle arti visive, alla poesia, all’oreficeria, fino ad arrivare all’artigianato la collettiva “I love Italy” approderà a Venezia presentando una trentina di artisti di vario genere, offrendo un’esposizione estremamente variegata, ove scenari surreali ed onirici si accosteranno ad opere dai tratti più realistici, fino ad arrivare a composizioni simboliste e concettuali. 
Da segnalare la presenza di due creativi molto interessanti: la giovanissima Lorena Galazzo che proporrà una linea di borse dipinte a mano ed ispirate alla sua Sicilia e l’artista-orafo toscano Tommaso Lucarelli, già contraddistintosi in esposizioni internazionali in città come New York, Hong Kong e Dubai con i suoi gioielli profondamente influenzati dalla cultura e dall’arte italiana, che in tale collettiva esporrà due pezzi appositamente creati per l’occasione. 
La mostra non rimarrà però ancorata al solo ambito italiano, evidenziando il suo profilo sempre più internazionale grazie alla presenza di tre artiste straniere, Nino Anin, Doina Popescu e Daniella Seccatore, provenienti rispettivamente da Germania, Belgio e Cile, che avranno così l’occasione di promuovere le loro opere in Italia e al tempo stesso di attivare collaborazioni e contatti con gli artisti italiani presenti. 
 
Nella serata d’apertura interverrano il critico d’arte Silvia Ferrara e la curatrice e ideatrice dell’evento Francesca Callipari.
  
In mostra saranno visibili quindi le opere di: Libero Alasci, Nino Anin,  Red Aspis, Giusi Bergandi, Maria Rita Bordonaro, Lauretta Bortolan, Giulia De Cesaris, Majla Chindamo, Manuela Chittolina, Carla Demichelis, Rosa Elettore, Lorena Galazzo, Gabriele Giacchino, Loredana Giannuzzi, Michela Goretti, Paolo Graziani, Maria Rosaria Iacobucci, Tommaso Lucarelli, Barbara Merola, Menna, Giampiero Murgia, Donatella Murru, Antonella Napoli, Pierino Nervo, Francesca Nicolò,  Francesca Patanè, Irene Perbellini, Francesca Sorrentino, Martina Sacheli, Daniella Seccatore, Anna Sisti, Adina Ungureanu, Doina Popescu, Maria Rosaria Iacobucci.

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA