Sinfonie musicali

Mostra: Sinfonie musicali | Personale di Flavio Zoner 
periodo esposizione: 06 – 18 ottobre  2018
vernissage: 06 ottobre ore 18
presentazione del critico: Mario Cossali
orari galleria: lun/sab 10.30 – 12.30 | 16.00 – 19.00 chiuso domenica
ingresso: gratuito
organizzata da: Centro D’Arte San Vidal 
indirizzo: Scoletta San Zaccaria, campo San Zaccaria

 

A conclusione della mostra “Il trionfo del colore” che ha ospitato i maestri della scuola di Burano e una collettiva di artisti contemporanei, il Centro d’Arte San Vidal si prepara ad accogliere una serie di mostre personali per dare maggiore spazio agli artisti di oggi. 
Dal 6 al 18 ottobre le due sale della Scoletta di San Zaccaria vedranno protagoniste le tele dell’artista trentino Flavio Zoner con la mostra “Sinfonie musicali”. 
Un’esplosione di vortici di colori e linee, un chiaro rimando all’arte astratta figlia dell’influenza di Kandinskij, in cui diventa essenziale dare voce al sentimento e all’emotività attraverso i toni e la leggiadria del segno. La pittura di Zoner è una danza che segue le note di uno spartito, di una musicalità personalissima in cui l’anima vibra a suon di pennellate di colori accostati in armonia. 
Un’arte che racchiude le arti: pittura, musica e poesia. Uno stile questo, a cui l’artista è arrivato dopo un variegato cammino artistico, durante il quale ha esplorato temi scelte stilistiche diverse, come un’iniziale attenzione verso la pittura impressionistica di paesaggio, all’enigmaticità del carnevale veneziano, per poi rompere gli schemi del figurativo ed approdare all’astratto. 
Una mostra che vuole catturare il visitatore e portarlo in un’altra dimensione, più poetica, spirituale, in cui la realtà si confonde tra le linee e le molteplici sfumature di colore. 

Su di lui il critico Mario Cossali scrive: “Flavio Zoner ha fatto un lungo cammino nei territori della pittura, ha mantenuto la coerenza dell’occhio e della mano, non ha tradito se stesso tradendo le sue ispirazioni originarie, ma ha saputo rinnovarsi con coraggio, disponibile ancora ad altre scoperte. Ci troviamo di fronte ad una visione colorata, volante, in cerca di respiro profondo, che vive ispirandosi ai movimenti di un segno-linea che di volta in volta sembra non avere mai fine e ci porta lontano, dentro noi stessi. A noi resta il compito non facile, ma seducente, di lasciar- ci trasportare.” 

 

RASSEGNA STAMPA

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA